Repressione in Iran: rinviata missione di eurodeputati

Pubblicato il 4 Gennaio 2010 11:48 | Ultimo aggiornamento: 4 Gennaio 2010 11:48

E’ stata rinviata  la missione che gli eurodeputati dovevano svolgere in Iran. Nei giorni scorsi diversi europarlamentari, compresi alcuni che avrebbero dovuto far parte della delegazione, si erano detti contrari ad effettuare la missione dopo le repressioni delle proteste di piazza e mentre Teheran rischia sanzioni per il suo programma nucleare, sottolineando il rischio che l’iniziativa venisse strumentalizzata dal regime iraniano.

Inoltre sempre nei giorni scorsi una quindicina di deputati americani – democratici e repubblicani – avevano scritto una lettera al presidente del Parlamento europeo, chiedendogli di annullare la visita. La ferma volontà di partire era invece stata espressa dalla presidente della delegazione, la verde Barbara Lochbihler.

Un portavoce ha detto oggi che la nuova data della missione sarà «decisa in base ad un accordo bilaterale». La ragione che ha suggerito il rinvio, ha aggiunto il portavoce, è stata la necessità di «fare gli opportuni preparativi per far sì che la visita favorisca il raggiungimento dei massimi livelli di cooperazione parlamentare costruttiva fra Teheran e l’Unione europea».