Russia. Al fianco di Putin rispunta la moglie Liudmila

Pubblicato il 4 Marzo 2012 17:53 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2012 19:24

MOSCA – Scomparsa da tempo dalla scena pubblica, inseguita da voci che la voleva addirittura rinchiusa in un monastero, la moglie di Vladimir Putin si e' materializzata oggi a sorpresa a fianco del marito per votare nelle elezioni che dovrebbero far tornare lui leader del Cremlino e lei first lady del Paese. Sorridente, apparentemente ingrassata, con un palto' grigio corto e un foulard con tocchi di giallo, l'ex hostess ha accompagnato senza evidenti imbarazzi il capo del governo al seggio dell'Accademia delle scienze di Mosca.

Spiazzando quanti lo consideravano ormai un single, Putin e' stato cosi' l'unico tra i candidati sposati a presentarsi con la consorte, dando un tocco 'familiare' alla sua corsa per il Cremlino.

Proprio nei giorni scorsi, incalzato dalla stampa straniera, Putin aveva chiesto di lasciare in pace i suoi familiari, per motivi di privacy e di sicurezza. Un argomento tabu', in Russia, anzi un segreto di Stato. Delle sue due figlie, Masha e Katia, 25 e 26 anni, esistono foto ufficiali solo di quando erano piccole e nessuno sa dove vivano. Probabilmente hanno nomi di copertura.

Di Liudmila Putina, 54 anni, si erano invece perse le tracce dal 14 ottobre 2010, quando la coppia era stata immortalata dalla tv durante l'ultimo censimento. Alle legislative del 4 dicembre scorso, Liudmila aveva votato da sola, a San Pietroburgo.

L'ultima volta che aveva accompagnato il marito al seggio risale al marzo del 2008, per le presidenziali che portarono al Cremlino Dmitri Medvedev. Il mese successivo, il tabloid Moskovski Korrespondent pubblico' la notizia, poi smentita dall'interessato, del divorzio segreto tra Putin e la moglie e dell'imminente matrimonio dell'ancora presidente con la bellissima campionessa olimpica di ginnastica ritmica Alina Kabaieva, che all'epoca aveva 25 anni.

A decidere di liquidare la testata, come gesto riparatore per evitare possibili conseguenze piu' gravi, fu lo stesso editore, l'ex spia del Kgb ed ora banchiere Aleksandr Lebedev.

Da allora Liudmila e' ricomparsa solo in due pie occasioni insieme a Putin: nel febbraio 2009, per l'insediamento del nuovo patriarca Kirill, e nel maggio successivo, per fare gli auguri di buon onomastico al capo della chiesa ortodossa russa. Poi una terza volta per il censimento, dopo l'uscita della notizia su un tabloid Usa che la Kabaieva aveva dato un figlio a Putin.

Da quel momento si sono alternate le voci piu' varie, compresa quella che la voleva chiusa in un monastero, vicino a Pskov, nel nord del Paese, nel solco della tradizione zarista. Ma oggi la sempre discreta Liudmila e' tornata alla ribalta, pronta forse a rifare la first lady.(