Russia, Medvedev: “Con lo scudo Usa si rischia un nuovo riarmo”

Pubblicato il 3 Maggio 2012 9:16 | Ultimo aggiornamento: 3 Maggio 2012 9:35

MOSCA – Il prezzo di “decisioni sbagliate” in materia di difesa missilistica può rivelarsi “particolarmente elevato”. E’ il messaggio del presidente russo Dmitri Medvedev sui progetti statunitensi di scudo spaziale in Europa, alla conferenza internazionale sulla difesa missilistica apertasi oggi a Mosca. Presente anche l’Italia con una delegazione guidata dal sottosegretario alla Difesa, Filippo Milone.

“I problemi della difesa missilistica incidono direttamente sulla base della stabilità strategica, e il prezzo di decisioni errate può risultare particolarmente elevato”, ha detto Medvedev nel suo discorso, il cui testo è stato letto alla conferenza dal segretario del Consiglio di Sicurezza russo, Nikolai Patrushev.

Azioni unilaterali degli Usa e della Nato sulla difesa missilistica rischiano di provocare una nuova corsa agli armamenti, ha detto Medvedev. Tuttavia “la Russia è aperta a continuare il dialogo” e ritiene di potere concordare con gli Usa sulla questione della difesa missilistica: “Sono fiducioso che possiamo trovare una formula per impedire una divisione tra vincitori e vinti”, ha detto Medvedev proponendo di preparare un nuovo trattato di riduzione delle armi strategiche su principi di parità e pari sicurezza, che dia ai russi “garanzie che il potenziale statunitense e Nato di difesa missilistica non sia diretto contro il deterrente nucleare russo”.