Russia, Ue estende sanzioni fino al 2019

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 giugno 2018 13:06 | Ultimo aggiornamento: 18 giugno 2018 13:06
Russia, Ue estende sanzioni fino al 2019

Russia, Ue estende sanzioni fino al 2019 (Foto Ansa)

BRUXELLES – Il Consiglio europeo ha esteso di un anno, fino al 23 giugno del 2019, le sanzioni alla Russia in risposta all’annessione della Crimea compiuta nel 2014. Le misure, recita il comunicato dell’Unione europea, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] si applicano a persone e società residenti nei Paesi Ue e includono divieto di import in Europa di prodotti originati in Crimea o Sebastopoli, di investimenti (nessun europeo o società residente in Ue può comprare immobili o entità in Crimea, finanziare società o fornire servizi) e restrizioni nei servizi al turismo. In particolare, le navi di crociera non possono attraccare nei porti della penisola, se non in caso di emergenza.

Non è inoltre consentito esportare in Crimea determinati beni e tecnologie nei settori dei trasporti, delle telecomunicazioni e dell’energia connessi alla prospezione, esplorazione e produzione di petrolio, gas e risorse naturali. Non possono essere forniti neppure i servizi di assistenza tecnica, intermedia, costruzione e ingegneria connessi a questi settori.

L’Ue, si legge ancora nel comunicato, resta “saldamente impegnata” a difendere “la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina”. A quattro anni dall’annessione illegale della Repubblica Autonoma di Crimea e della città di Sebastopoli da parte della Federazione Russa, “l’Ue ribadisce che non riconosce e che continua a condannare questa violazione del diritto internazionale”.