Scelta Civica, Antonio Razzi: “Quando passai centrodestra pareva finisse mondo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Febbraio 2015 12:34 | Ultimo aggiornamento: 7 Febbraio 2015 12:34
Scelta Civica, Antonio Razzi: "Quando passai centrodestra pareva finisse mondo"

Antonio Razzi (LaPresse)

ROMA, 7 FEB – “Quando è successo a me pareva finisse il mondo! Se uno va al centrodestra è uno scandalo, se invece uno va al centrosinistra non succede niente. O la legge è uguale per tutti, o non siamo tutti italiani. A me per un anno hanno dato la scorta, anche se ero innocente, non ho mai rubato né ammazzato nessuno”. Il senatore di Forza Italia Antonio Razzi, intervistato da QN, commenta così il passaggio di otto onorevoli di Scelta civica al Pd.

“Io ho fatto quello che ho fatto perché in quel momento era giusto, c’era la guerra in Libia, era una situazione eccezionale, già ci invadono da tutti i lati, se in Italia non c’era neanche un governo chissà cosa succedeva?“, afferma Razzi. “Allora era una situazione straordinaria, c’era un ‘complotto’ contro il presidente Berlusconi”.