Il Sinodo critica Israele: “Il giuramento di fedeltà ebraica per la cittadinanza non è democratico”

Pubblicato il 11 Ottobre 2010 15:46 | Ultimo aggiornamento: 11 Ottobre 2010 15:47

Israele rende obbligatorio il giuramento di fedeltà allo Stato ebraico in quanto tale per avere la cittadinanza e il Sinodo vaticano sul Medio Oriente critica la decisione. “‘Nella logica democratica è una contraddizione fragrante e non funziona”: così il relatore generale del Sinodo vaticano sul Medio Oriente, il patriarca copto cattolico di Alessandria, Antonios Naguib, ha bollato la scelta israeliana.

”Non si può affermare, reclamare un stato democratico e una democrazia , e nello stesso tempo dire che imponiamo questa cosa. E’ un atteggiamento contradditorio ed è curioso che avvenga in uno Stato che si dice l’unico Stato democratico del Medio Oriente e del mondo arabo. E’ una contraddizione fragrante. Nella logica della democrazia politica non funziona”.