Siria. Opposizione chiede anche bando aviazione e missili balistici di Assad

Pubblicato il 15 settembre 2013 11:59 | Ultimo aggiornamento: 15 settembre 2013 11:59
Missili siriani

Missili siriani

BEIRUT, LIBANO -La principale piattaforma dell’opposizione siriana ha chiesto alla comunita’ internazionale di vietare al regime di Damasco, oltre alle armi chimiche, anche “l’uso dell’aviazione e dei missili balistici contro le zone abitate”

“La coalizione nazionale siriana insiste affinchè il divieto delle armi chimiche, il cui uso ha provocato più di 1.400 morti, sia esteso anche ai missili balistici e all’aviazione contro le zone abitate”, si legge nel comunicato della coalizione che comunque non commenta l’accordo Usa-Russia che ieri era gia’ stato criticato dal capo militare dell’opposizione, il generale Selim Idriss.

La stessa coalizione riconosce pero’ il fatto che bisogna “cogliere quest’opportunita’ per ottenere la fine della campagna del regime contro le zone abitate e mettere fine alla sofferenza del popolo siriano”. L’opposizione ha anche chiesto un nuovo dispiegamento delle armi pesanti del regime “lontano dalle zone abitate e il divieto ad usarle per bombardare le città e i villaggi”.

Inoltre, secondo la coalizione, “non bisogna permettere che l’adesione del regime alla Convenzione sulle armi chimiche diventi un alibi per continuare a massacrare il popolo siriano e rimanere impunito”. Nel comunicato, quindi, si richiede “il rinvio a giudizio davanti alla Corte penale internazionale dei responsabili degli attacchi con le armi chimiche”.

Infine, l’opposizione chiede ai sostenitori arabi e internazionali di “rafforzare le le sue capacità militari” per permettergli di “neutralizzare l’aviazione e i carri armati del regime di Bashar al-Assad e costringerlo a mettere fine alla campagna militare e accettare una soluzione politica per garantire una transizione democratica in Siria”.