Siria, Usa: “Armi chimiche”. Russia: “Bugie. Sono invenzioni”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Giugno 2013 9:48 | Ultimo aggiornamento: 14 Giugno 2013 9:50
Siria, Usa: "Armi chimiche". Russia: "Bugie. Sono invenzioni"

Barack Obama (Foto Lapresse)

MOSCA – Gli Stati Uniti accusano la Siria di aver usato le armi chimiche e la Russia accusa Washington di aver “costruito” le informazioni contro Damasco.

Nel giorno in cui il presidente americano Barack Obama ha ammesso che la “linea rossa” è stata oltrepassata, ovvero che il regime di Bashar al Assad ha usato gas sarin per uccidere almeno un centinaio di (presunti) ribelli, Mosca si sfila.

”Le informazioni sull’uso di armi chimiche da parte di Assad sono state costruite” dagli Usa come ”le bugie sulle armi di distruzione di massa di Saddam Huessein”, ha scritto su Twitter il presidente della Commissione Esteri della Duma vicino al Cremlino, Alexiei Pushkov. ”Obama sta prendendo la stessa strada di Bush’‘.

Una presa di posizione che esclude, se ce ne fosse stato bisogno, che la Federazione possa aiutare i ribelli come hanno intenzione di fare gli Stati Uniti.

Obama starebbe anche pensando di organizzare, insieme ai propri alleati, una “no fly zone limitata” per proteggere i rifugiati al confine tra Siria e Giordania. A spingerlo al passo, ormai inevitabile, sono state le pressione dei suoi democratici, primi fra tutti i Clinton, Hillary e soprattutto Bill, che aveva definito l’immobilismo di Obama una follia.