Slovenia, accordo con la Croazia: referendum

Pubblicato il 29 maggio 2010 19:37 | Ultimo aggiornamento: 29 maggio 2010 19:48

A una settimana dal voto, in Slovenia resta aperto l’esito del referendum del 6 giugno sull’accordo di frontiera con la Croazia raggiunto lo scorso novembre e già approvato dai parlamenti dei due paesi. L’accordo ha posto fine a un lungo contenzioso che aveva spinto la Slovenia a bloccare l’accesso della Croazia alla Ue.

Un sondaggio pubblicato oggi dal quotidiano di Lubiana Dnevnik assegna percentuali pressocché identiche ai sostenitori del sì e del no, con un 37% di favorevoli e un 37,6% di contrari all’intesa. Stando a un altro sondaggio del quale riferisce il quotidiano Delo, a favore dell’accordo di frontiera con la Croazia voterà il 50,7% degli sloveni, rispetto al 36,1% di contrari.

L’intesa fra Zagabria e Lubiana – che ha posto fine a un contenzioso durato 18 anni – prevede l’istituzione di un organo di arbitrato che avrà l’ultima parola sulla disputa per un breve tratto di confine marittimo fra i due paesi ex jugoslavi nel nord Adriatico. A causa di tali contrasti la Slovenia – unico paese della ex Jugoslavia che è entrato finora nella Ue – ha bloccato a lungo il negoziato per l’adesione della Croazia all’Unione europea. Tale negoziato è nella fase finale, con Zagabria che spera di concluderlo entro quest’anno per aderire ufficialmente all’Unione nel 2012.