Teologo in pagina, la Chiesa si offende

Pubblicato il 27 Febbraio 2009 17:44 | Ultimo aggiornamento: 2 Marzo 2009 13:42

La Stampa, insieme al quotidiano francese Le Monde, intervista il teologo Hans Kung. E l’arcivescovo di Torino, Severino Poletto, si offende. Il prelato si dichiara “amareggiato e sorpreso”. L’offesa consisterebbe nel pubblicare critiche all’operato del Papa “proprio mentre la Chiesa torinese è impegnata nella preparazione di una nuova ostensione della Sindone e si prepara ad accogliere il quella sede il Santo Padre”.

Poletto invoca “rispetto”. Non si era però finora mai verificato che un esponente della Chiesa cattolica rivendicasse alla gerarchia il diritto di intervento sulle scelte editoriali di un quotidiano. Peraltro le tesi di Kung (un pontificato conservatore, una Chiesa che si chiude e si riduce all’ortodossia, un errore il riaccoglimento dei lefebvraiani) possono essere contestate ma  non costituiscono certo insulti. Non era mai successo ma l’arcivescovo Poletto ha giudicato maturi i tempi perchè succeda.