Thailandia: ”Camicie rosse” bloccano treno con a bordo militari e mezzi verso Bangkok

Pubblicato il 21 Aprile 2010 15:10 | Ultimo aggiornamento: 21 Aprile 2010 15:10

Manifestazione di ''camicie rosse'' a Bangkok

Le ‘camicie rosse’ thailandesi hanno fermato mercoledi a Khon Khaen, nel nord est del Paese, un treno merci con a bordo almeno 80 soldati e 21 veicoli militari diretti verso Bangkok, dove è in corso un massiccio dispiegamento delle forze di sicurezza in vista di un possibile intervento contro i sostenitori dell’ex premier Thaksin Shinawatra, in piazza nella capitale dallo scorso 12 marzo.

Non è ancora chiaro se i manifestanti antigovernativi abbiano solo impedito al convoglio di partire, oppure se ne abbiano preso il controllo. Centinaia di ‘rossi’ sono intanto accorsi sul luogo dopo che la notizia è stata diffusa dalle radio vicine al movimento, particolarmente radicato nelle popolose aree rurali del nord-est; negoziati con le autorità locali sono ancora in corso.

 Secondo le ‘camicie rosse’, quei rinforzi di uomini e mezzi erano destinati alle operazioni di Bangkok; un portavoce dell’esercito ha però affermato che in realtà il treno doveva proseguire la sua corsa verso Pattani, nel sud a minoranza musulmana, dove proprio oggi un doppio attacco esplosivo ha causato un morto e 53 feriti tra i civili e gli agenti di una stazione di polizia.

La lotta separatista – anche se i ribelli non hanno un nome né un chiaro manifesto – nelle tre province di Pattani, Yala e Narathiwat, mai sopita dal 2004, ha finora causato oltre 4 mila morti.