Thailandia ancora nel caos: esercito e blindati contro le “camicie rosse”

Pubblicato il 19 maggio 2010 0:35 | Ultimo aggiornamento: 19 maggio 2010 0:59

Ancora alta tensione tra le strade di Bangkok: truppe e veicoli blindati dell’esercito si stanno ammassando nei pressi dell’accampamento delle “camice rosse” antigovernative nel centro della capitale thailandese. Lo hanno riferito un leader della protesta e un fotografo dell’agenzia Afp.

“Chiediamo a tutti di essere pronti ad un giro di vite perché blindati per il trasporto uomini stanno iniziando ad entrare” nell’area dell’accampamento fortificato dei rossi”, ha detto un leader della protesta, Nattawut Saikua.

L’uomo ha esortato i suoi sostenitori a preparasi alla lotta. Testimoni sul posto definiscono il convergere delle forze armate come l’inizio di un tentativo di disperdere i manifestanti.

Almeno sette veicoli blindati per il trasporto di truppe sono arrivate davanti alle barricate poste all’entrata sud della zona rossa a Bangkok, teatro di numerose violenze durante lo scorso fine settimana nella capitale thailandese. Lo ha riferito il fotografo dell’Afp segnalando la presenza anche di due camion carichi di soldati con armi automatiche.

Il portavoce dell’esercito, Sunsern Kaewkumnerd, si è rifiutato però di confermare che sia iniziata l’operazione di sgombero forzato dell’accampamento delle camicie rosse sostenitrici dell’ex-premier Thaksin Shinawatra.