Trump nomina Tillerson segretario di Stato: il “petroliere” amico di Putin

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 dicembre 2016 13:14 | Ultimo aggiornamento: 13 dicembre 2016 13:14
Trump nomina Tillerson segretario di Stato: il "petroliere" amico di Putin

Trump nomina Tillerson segretario di Stato: il “petroliere” amico di Putin

ROMA – Trump nomina Tillerson segretario di Stato: il “petroliere” amico di Putin. Donald Trump ha sciolto la riserva sulla casella più importante del suo Governo: Rex Tillerson, amministratore delegato di Exxon-Mobil, sarà il prossimo segretario di Stato degli Stati Uniti. Trump ha dunque scaricato Mitt Romney.

Troppo amico di Putin. Con la scelta di Tillerson, il presidente eletto mette fine alla girandola di nomi delle ultime settimane per il dopo Kerry, e mostra di respingere i timori bipartisan sulle relazioni troppo strette fra il numero uno di Exxon Mobil e il presidente russo Vladimir Putin.

La partita sembra fatta anche per il posto di segretario all’energia, per il quale sarebbe stato scelto Rick Perry, l’ex governatore del Texas. Tillerson ha trascorso gli ultimi 40 anni a Exxon, stringendo accordi in tutto il mondo. Il colosso petrolifero è infatti presente in 50 Paesi, inclusa la Russia con la quale ha una joint venture con Rosneft.

Se confermato Tillerson si trova a gestire proprio i rapporti tesi fra Russia e Stati Uniti, incluse le sanzioni imposte a Mosca per l’Ucraina. La strada per la conferma di Tillerson si presenta in salita, con la possibile resistenza di repubblicani e democratici in Senato.

Russi in Ucraina, lui faceva lobbying contro le sanzioni. I suoi rapporti con la Russia, infatti, sono criticati dai due schieramenti, soprattutto dopo il presunto ruolo di Mosca nelle elezioni presidenziali.

64 anni, è uno degli executives più pagati al mondo e uno dei pochissimi americani che può vantare una amicizia duratura con Vladimir Putin che lo ha insignito personalmente nel 2013 dell’Ordine dell’amicizia russo, due anni dopo che Exxon siglasse un accordo multi-miliardario con il più grande produttore statale di petrolio, una joint venture per le esplorazioni ed estrazioni.

Quando le truppe russe invasero l’Ucraina e conquistarono la penisola di Crimea nel 2014, Tillerson si spese in operazioni di lobbying contro le sanzioni Usa, un costo enorme per la Exxon. Che, peraltro, ha opposto una tenace resistenza agli sforzi del governo per contrastare il riscaldamento globale e d è finita sotto inchiesta federale con l’accusa di aver ingannato i suoi investitori sui rischi del cambiamento climatico. (Evan Halper, Los Angeles Times)

Ma Trump ha deciso di rischiare, seguendo i suggerimenti dei suoi più stretti collaboratori. Dopo aver valutato Rudolph Giuliani e Mitt Romney per l’incarico, Trump ha deciso di ascoltare le raccomandazioni di James Baker III, il segretario di stato nell’amministrazione George Bush, e di Robert Gates, l’ex segretario della Difesa, che lo hanno invitato a considerare Tillerson.

Trump ha incontrato Tillerson nei giorni scorsi, impostando un rapporto chiaro e definendolo di un altro passo rispetto alle altre opzioni considerate come segretario di stato. Trump nelle ultime ore ha chiamato Romney per comunicare la sua decisione. “E’ stato un onore essere stato considerato per il ruolo di segretario di stato”, ha concesso Romney.