Turchia, Erdogan si intesta nuovo aeroporto di Istanbul, “più grande del mondo”

di Maria Elena Perrero
Pubblicato il 13 agosto 2014 21:13 | Ultimo aggiornamento: 13 agosto 2014 21:22

 

Turchia, Erdogan si intesta nuovo aeroporto di Istanbul, "più grande del mondo"

Recep Tayyip Erdogan (Foto Lapresse)

ROMA – Dopo aver ottenuto la presidenza, il premier turco Recep Tayyip Erdogan si intesta l’aeroporto “più grande del mondo”: quello di Istanbul. Non l’attuale scalo principale, intestato al padre della Repubblica Turca Mustafa Kemal Ataturk, e nemmeno il più piccolo, nella parte asiatica della capitale, intestato alla prima donna pilota dell’aeronautica militare turca, ma uno nuovo, che sarà operativo dal 2018 e vedrà il passaggio, secondo le previsioni dei fedelissimi di Erdogan, di 150 milioni di passeggeri ogni anno. Un progetto da 22 miliardi di euro.

A dare l’annuncio è stato il ministro dei trasporti Lufti Elvan:

“Erdogan se lo merita. Se il nostro paese conosce la stabilità, se la crescita continua, se la competitività aumenta, lo dobbiamo a lui”.

Erdogan, già sindaco di Istanbul e dal 2003 premier della Repubblica Turca, è stato eletto presidente al primo turno lo scorso 10 agosto. La repressione delle manifestazioni in piazza Taksim contro l’abbattimento degli alberi di Gezi Park per far posto ad un parcheggio e le critiche per una deriva islamica e machista della politica del suo partito, l’Akp, non hanno fermato il suo consenso, soprattutto tra la popolazione musulmana, che vede in lui e in sua moglie, rigorosamente velata, un modo per mantenere il potere dopo quasi un secolo di laicismo di Stato.