Turchia-Francia: Ankara revoca le sanzioni contro Parigi

Pubblicato il 21 Giugno 2012 14:46 | Ultimo aggiornamento: 21 Giugno 2012 14:46

ANKARA – Il governo turco ha revocato le sanzioni contro la Francia decise dopo l'adozione in dicembre da parte del parlamento di Parigi di una legge contro il negazionismo del genocidio armeno del 1915 – poi bocciata dalla corte costituzionale – ha annunciato il ministro degli esteri Ahmet Davutoglu. L'abrogazione delle sanzioni, ha detto alla tv privata Cnn Turk, e' stata ordinata dal premier islamico nazionalista Recep Tayyip Erdogan dopo il colloquio che ha avuto questa mattina in Brasile con il nuovo presidente francese Francois Hollande, che ha fra l'altro invitato in visita ufficiale ad Ankara.

L'incontro sembra segnare un disgelo nelle relazioni fra i due paesi dopo anni di tensioni durante la presidenza del conservatore Nicolas Sarkozy. Le sanzioni decise da Ankara – che continua a rifiutare di riconoscere il genocidio del 1915 – prevedevano fra l'altro il richiamo dell'ambasciatore turco a Parigi, la sospensione delle operazioni bilaterale e internazionale con la Francia e la chiusura dei porti turchi alle navi militari francesi. Davutoglu ha annunciato che sara' il 5 luglio a Parigi per incontrare le nuove autorita' francesi. ''Il colloquio fra Erdogan e Hollande e' ''un buon inizio'' ha affermato.