Turchia, Erdogan: “Siria Stato terroristico”. Strage di bambini ad Aleppo

Pubblicato il 5 settembre 2012 12:44 | Ultimo aggiornamento: 5 settembre 2012 13:42
Recep Tayyip Erdogan

Recep Tayyip Erdogan (Foto Lapresse)

DAMASCO – Il governo siriano di Bashar el Assad ha creato uno “Stato terroristico”: è la dura accusa della Turchia. Il premier Recep Tayyip Erdogan conferma l’acuirsi della tensione tra i due paesi dopo l’abbattimento dell’F-4 turco da parte della contraerea siriana lo scorso 22 giugno.

“Il regime siriano è diventato uno Stato terroristico”, ha detto Erdogan nel corso di una riunione pubblica del suo partito, il partito della Giustizia e dello Sviluppo (akp), e ha aggiunto: “La Turchia non può permettersi il lusso di essere indifferente” al conflitto in corso in Siria.

Un pensiero, quello di Erdogan, già espresso dal presidente egiziano Mohammed Morsi che, sopo il duro intervento al vertice di Teheran dei paesi non allineati, alla riunione dei ministri degli Esteri dei paesi arabi al Cairo, ha esortato i membri a “fare di più” e pronosticato che “il regime di Damasco non durerà ancora per molto”.

Rivolgendosi poi direttamente al presidente Assad ha detto: “Adesso è il momento di cambiare, non resterai al potere ancora a lungo. Il popolo siriano ha preso la sua decisione, non c’è spazio per l’ostruzionismo, per procrastinare o per la perdita di tempo. Faccio appello al regime perché fermi il bagno di sangue. Dobbiamo aiutare i siriani a interrompere la guerra civile e a scongiurare un intervento militare esterno”.

Intanto nel paese si aggrava il bilancio degli scontri tra i ribelli e le forze del regime. Secondo le stime delle Nazioni Unite solo ad agosto ci sono stati oltre 100.000 rifugiati. Solo il 5 settembre negli scontri sarebbero morti 75 siriani, tra cui 23 bambini.

La maggior parte delle vittime sarebbe ad Aleppo, dove, come denuncia la Cnn, c’è stato un bombardamento aereo che ha ucciso almeno 9 bambini. Le bombe avrebbero colpito diverse case, aprendo anche un cratere nel quartiere al-Shaar.

I ribelli siriani hanno detto di aver abbattuto nelle ultime ore un caccia militare governativo nel nord-est del paese. L’aereo sarebbe caduto nella regione di Idlib, nei pressi dell’aeroporto di Abu Dhuhur a sud di Aleppo.