Ucraina: per gli Usa Putin invade entro 48 ore. Kiev vuole Ue e Nato, hacker paralizzano i centri del potere

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Febbraio 2022 - 19:04
Ucraina: per gli Usa Putin invade entro 48 ore. Kiev vuole Ue e Nato, hacker paralizzano i centri del potere

Ucraina: per gli Usa Putin invade entro 48 ore. Kiev vuole Ue e Nato, hacker paralizzano i centri del potere (Foto Ansa)

“La Russia prepara l’invasione dell’Ucraina entro 48 ore”: l’ennesimo allarme lanciato dagli Stati Uniti è stato riferito dall’amministrazione Biden al presidente ucraino, Volodymyr Zelensky. Zelensky che, proprio oggi, ha annunciato che l’Ucraina conferma le sue ambizioni di aderire all’Ue e alla Nato, nonostante l’ultimatum lanciato ieri da Vladimir Putin

Usa: “Russia prepara l’invasione dell’Ucraina entro 48 ore”

Secondo i media americani, segnalazioni di osservatori aerei indicherebbero inoltre che “la Russia ha violato lo spazio aereo nelle prime ore di oggi, con voli di ricognizione per un breve periodo di tempo sopra l’Ucraina”.

Una fonte vicina al governo ucraino, scrive Newsweek, ha confermato il monito ma ha sottolineato che questa è la terza volta in un mese che a Kiev è stato detto di prepararsi per un’imminente azione militare russa su larga scala.  

Ucraina, Zelensky: “Vogliamo aderire alla Nato e all’Ue”

Il presidente ucraino Zelensky ha raccolto la sfida di Putin su Nato e Ue. Parlando in tv, ha annunciato che l’Ucraina conferma le sue ambizioni di aderire all’Unione europea e alla Nato. “E’ arrivato il momento di reagire, di reagire con forza”, ha detto il leader di Kiev, legando a doppio filo le sorti del suo Paese a quelle dell’Ue.

“Il destino dell’Europa si decide sul campo in Ucraina”, ha scandito, lanciando a Bruxelles un ennesimo messaggio che non potrebbe essere più chiaro. A sostenerlo con forza, Polonia e Lituania.

Nel corso di una riunione a tre con gli omologhi polacco e lituano, Andrzej Duda e Gitanas Nauseda, è stata firmata una dichiarazione nella quale Duda e Nauseda sottolineano che visti i “significativi progressi sul fronte degli accordi di associazione e delle riforme interne così come le attuali sfide sulla sicurezza, l’Ucraina merita lo status di candidato all’Ue e la Polonia e la Lituania supporteranno l’Ucraina nel raggiungimento di questo risultato”.”La dichiarazione firmata con Polonia e Lituania ci consente a pieno titolo di ambire alla candidatura all’ Ue”. 

Nato: “Ucraina e altri Stati liberi di aderire all’Alleanza”

“Ogni Paese è libero di scegliere se entrare o meno nell’Alleanza Atlantica. Non è il caso solo dell’Ucraina e della Georgia, ma anche di Finlandia e Svezia”. Lo sottolinea il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, partecipando ad un seminario sul futuro della sicurezza dell’Alleanza con il premier olandese Mark Rutte. “La Nato è pronta a qualsiasi azione da mettere in campo” nei confronti della crisi ucraina, spiega Stoltenberg.  

Attacco hacker ai siti istituzionali dell’Ucraina

Anche i siti istituzionali dell’Ucraina stanno facendo le spese della tensione crescente. Nel pomeriggio del 23 febbraio sono risultati irraggiungibili i siti del governo ucraino, del ministero degli Esteri, del Parlamento di Kiev e delle agenzie di sicurezza.

Le autorità locali avevano già avvertito della possibilità di un attacco hacker contro il settore della Difesa, agenzie governative e banche. 

E arriva la notizia dell’ennesimo soldato ucraino ucciso nei combattimenti contro i separatisti filorussi nella regione del Donbass.  

Ucraina, 800 soldati Usa in partenza da Vicenza per la Lettonia

Gli Usa, intanto, mobilitano le proprie forze armate. Circa 800 soldati della 173/a brigata aviotrasportata Usaf di stanza a Vicenza sono in partenza per la Lettonia, dove saranno dispiegati per rafforzare le capacità difensive dell’alleanza Nato, in seguito al peggioramento della crisi tra Russia e Ucraina.

Gli uomini in partenza sono posizionati nelle caserme ‘Del Din’ ed ‘Ederle’ di Vicenza. “Questo riposizionamento – spiega una nota del comando Usa – serve a garantire ai nostri alleati e partner il nostro solido impegno nei confronti della Nato a fronte degli eventi in atto”. 

Il comando Usa a Vicenza precisa che la Brigata, il 503/o reggimento, e il 2/o battaglione hanno già condotto in passato esercitazioni militari con le forze lettoni. In loro dispiegamento nel paese al confine con la Russia avverrà “questa settimana”.  

Il Consiglio Ue adotta formalmente sanzioni contro Mosca

Il Consiglio europeo ha formalmente adottato il pacchetto di sanzioni contro la Russia dopo il riconoscimento delle repubbliche separatiste di Donetsk e Lugansk.

Le misure saranno pubblicate entro oggi sulla Gazzetta ufficiale europeo e saranno direttamente applicabili. 

Ucraina, gli Usa verso nuove sanzioni alla Russia, anche al costruttore di Nord Stream 2

Dal canto suo il presidente Usa, Joe Biden, dovrebbe annunciare forse già oggi nuove sanzioni alla Russia, colpendo esponenti dell’élite di Putin e anche la società che ha costruito il Nord Stream 2, la Nord Stream 2 AG.

Le nuove sanzioni si andrebbero ad aggiungere a quelle annunciate ieri dalla Casa Bianca, e riguarderebbero anche Nord Stream 2 AG, la società che ha costruito il gasdotto da 11 miliardi di dollari che collega direttamente la Russia e la Germania.

Imponendo sanzioni sulla società, la Casa Bianca amplificherebbe la sospensione della certificazione del gasdotto da parte della Germania, in un colpo alle ambizioni espansionistiche di Putin in Europa sul fronte dell’energia.