Usa 2012, Obama: “Giusto attaccare il passato di Romney”

Pubblicato il 22 Maggio 2012 1:16 | Ultimo aggiornamento: 22 Maggio 2012 1:24

WASHINGTON, 22 MAG – ''Quando sei Presidente il tuo lavoro non e' massimizzare i profitti, ma fare in modo che tutti gli americani possano avere pari opportunita' di successo e contribuire al sogno americano''. Barack Obama difende la sua ''Bain's War'. Gli spot in cui aggredisce Mitt Romney e il suo passato di finanziere d'assalto alla guida di Capital Bain, ''non sono un diversivo'', ma ''riguardano quello che c'e' in palio in queste elezioni''. Durante la conferenza stampa al termine del vertice Nato di Chicago, il presidente e' determinatissimo nel spazzare via ogni dubbio, facendo capire che seguira' fino in fondo la strategia secondo cui Romney e' un ''Robin Hood al contrario, che toglie ai poveri per dare i ricchi'', un ''distruttore di lavoro senza scrupoli'', cosi' come alcuni ex operai delle aziende ristrutturate dalla Bain descrivono il candidato repubblicano. La ragione e' molto semplice. Obama ricorda che non e' lui ad aver messo in mezzo la vicenda della Bain, ma Romney stesso. ''E' il mio avversario – spiega Obama – ad aver detto che dovrebbe essere eletto perche' ha una esperienza di businessman. Da mesi dice: 'Io sono un manager e sono in grado di aggiustare la situazione'. Ma io penso che sei presidente il tuo compito non sia quello di massimizzare i profitti''. Ovviamente, Obama chiarisce che non ha nulla contro i top manager e di chi fa soldi con i soldi. Ma in modo nettissimo pone una linea di demarcazione molto chiara tra politica e affari: ''Se uno pensa di risolvere il problema della crescita dell'economia, dicendo 'io so come far fare i soldi ai miei investitori', allora non hai capito qual e' il suo lavoro. Cio' non vuol dire che non sei un ottimo businessman. Ma quello non e' il compito di chi vuol essere Presidente degli Stati Uniti''.

Parole chiarissime, a cui Mitt Romney replica a stretto giro di posta: ''Obama oggi conferma che continuera' i suoi attacchi contro il sistema della libera impresa, mentre e' chiaro che non accetta di assumersi la responsabilita' morale per la sua politica fallimentare''. Quindi Romney sottolinea che, a differenza di Obama, la sua campagna elettorale non riguardera' il passato, ma ''il futuro di quei 23 milioni di americani che ancora combattono contro la disoccupazione, e i milioni di cittadini che hanno perso la loro casa e sono precipitati nella miseria. Io mio obbiettivo – conclude – e' offrire un programma positivo per aiutare l'America a tornare al lavoro''.