Usa 2012, per Santorum e Romney campagna a “Daytona 500”

Pubblicato il 26 Febbraio 2012 19:16 | Ultimo aggiornamento: 26 Febbraio 2012 19:19

NEW YORK – Alla vigilia delle primarie del prossimo 28 febbraio, i candidati repubblicani alla Casa Bianca Rick Santorum e Mitt Romney fanno un 'pitstop' a Daytona Beach, in Florida, in occasione della prestigiosa 'Daytona 500', la gara piu' importante del Nascar, il più importante serie di gare automobilistiche americane.

In realta' Santorum oggi non sara' presente di persona, perche' impegnato nella campagna in Michigan, lo stato che ha dato i natali all'industria automobilistica americana: in pista, invece, all'evento sportivo automobilistico dell'anno, ci sara' il suo logo 'Rick Santorum for President'.

Il candidato Gop ha infatti sponsorizzato la macchina numero 26, una Ford Fusion, guidata da Tony Raines, della scuderia 'Front Row Motorsports'. Per Santorum, in tal modo, la Daytona 500, conosciuta anche come 'Great American Race', sara' una esposizione pubblicitaria come poche, con circa 15 milioni di spettatori nelle due ore di diretta tv.

Sara' invece sugli spalti a godersi lo spettacolo lo sfidante Mitt Romney, che dovra' pero' subire una sorta di pubblica umiliazione da parte del sindacato dei lavoratori dell'industria dell'auto. Il sindacato ha preso a nolo un aereo che per un'ora sorvolera' il cielo sopra la corsa con uno striscione che reca la scritta 'Mitt Romney: Let Detroit Go Bankrupt': una frase ripresa da un articolo che l'ex governatore del Massachusetts scrisse per il New York Times nel 2008, manifestando il suo disappunto per il salvataggio governativo dell'industria automobilistica.