Usa 2012, Romney a Obama: "Troppo debole con la Cina"

Pubblicato il 16 Febbraio 2012 21:13 | Ultimo aggiornamento: 16 Febbraio 2012 21:59

NEW YORK, 16 FEB – Altro che ''nuovo storico inizio'' delle relazioni tra Stati Uniti e Cina, come ha auspicato il futuro leader di Pechino Xi Jinping in visita negli Usa. Il candidato repubblicano alle primarie, Mitt Romney, ha duramente accusato il presidente Barack Obama di essere ''troppo debole'' nei confronti di quello che ha definito senza mezzi termini ''un regime tirannico''.

E se l'obiettivo di Obama, che ha ricevuto Xi alla Casa Bianca, e' quello di migliorare i rapporti tra i due Paesi, Romney – in un intervento sul Wall Street Journal – ha promesso che una volta diventato presidente degli Stati Uniti fara' di tutto per evitare l'avvento di un ''secolo cinese''. Il candidato repubblicano accusa la Cina di reprimere le liberta' politiche e individuali e si dice preoccupato per le mire espansionistiche di Pechino.

Per quel che riguarda l'incontro Obama-Xi alla Casa Bianca, Romney ha parlato di ''cerimoniale privo di senso'', accusando il presidente di voler mantenere buone relazioni con Pechino solo ''per supplicare i cinesi di continuare ad acquistare il debito americano''. ''Ma questa – ha affermato – e' la direzione sbagliata''.