Usa/ Basta obesi, parte la dieta-Obama. In arrivo anche una sovrattassa sulle bevande alcoliche

di Alberto Francavilla *
Pubblicato il 12 giugno 2009 15:04 | Ultimo aggiornamento: 12 giugno 2009 15:04

Addio ai chili superflui. Barack Obama sembra intenzionato a combattere una delle piaghe che affliggono maggiormente gli americani, l’obesità. Basta con alimenti grassi e spunti ipercalorici, il nuovo presidente ha deciso di mettere i suoi connazionali a stecchetto. Tanto che nella riforma sanitaria uno dei punti fondamentali verterà proprio sulla rincorsa ad un’alimentazione più corretta e sana.

La Casa Bianca punterà forte sulla prevenzione: previste più ore di educazione fisica, pasti più salutari nelle mense, incremento di piste ciclabili e zone pedonali. Non solo, il premier “abbronzato” sta gratificando personalità che si sono distinte nel campo della lotta al fumo o che hanno bandito i conservanti. Ma la vera chicca è allo studio del Congresso: sovratassare bevande alcoliche o piene di zucchero, in maniera da ridurne il consumo.

Un bello strappo rispetto alle precedenti amministrazioni, dal “paninofilo” Clinton al carnivoro Bush. Ma i dati danno ragione a Obama: le spese mediche per la cura di malattie legate all’alimentazione rappresentano il 75% dell’intero budget della sanità pubblica americana. E allora, tutti seguano l’esempio della signora Michelle, che ha piantato il proprio orto nei giardini della residenza presidenziale.

* Scuola Giornalismo Luiss