Usa, Carl Lewis corre in politica: si candida come senatore per i democratici in New Jersey

Pubblicato il 12 Aprile 2011 16:11 | Ultimo aggiornamento: 12 Aprile 2011 16:04

Carl Lewis (foto LaPresse)

WASHINGTON – Sara’ in politica il prossimo salto di Carl Lewis. Il ‘figlio del vento’, considerato uno dei piu’ grandi campioni nella storia dello sport, non solo dell’atletica leggera, all’eta’ di 49 anni ha annunciato che correra’ per il posto di senatore nell’Ottavo distretto del New Jersey, tra le fila dei democratici.

Qui si trova Willingboro, citta’ in cui, Carl nato a Birmingham, nel profondo sud dell’Alabama, ha studiato e da ragazzo ha mosso i primi passi come atleta. Ed e’ qui, a due passi da Philadelphia, che vive Carl ormai da anni, assieme alla madre, Evelyn Lawler, anche lei ex atleta con un passato olimpico, visto che corse gli 80 metri ad ostacoli ai giochi di Tokyo del ’52. Nel corso della sua meravigliosa carriera, Lewis ha conquistato ben dieci medaglie olimpiche, di cui nove d’oro, e 4 di queste nel salto in lungo.

Esempio di classe senza fine, Lewis ha vinto in ben 4 edizioni dei Giochi, da Los Angeles 1984, a Seul 1988, da Barcellona 1992, a Atlanta 1996. Avrebbe potuto partecipare anche ai giochi di Mosca del 1980, visto che a soli 19 anni era gia’ stato convocato nella squadra americana. Poi pero’, dovette rinviare il suo debutto olimpico, visto che gli Usa boicottarono quei giochi per protestare contro l’invasione sovietica in Afghanistan. Alto 1,91 per 81 chili di peso, Frederick Carlton Lewis, e’ sempre stato un esempio di forza, stile e eleganza. Dentro e fuori la pista di atletica. Nell’88 venne sfiorato da uno scandalo di doping, ma ne usci’ pulito. Detentore per anni di tantissimi record del mondo, il Comitato Olimpico Internazionale lo ha nominato ‘Sportivo del Secolo’ e l’autorevole rivista sportiva Usa ‘Sport Illustrated’ lo ha incoronato ‘Olimpionico del Secolo’.

Carl, nel 2009, e’ stato perfino nominato Ambasciatore di buona volonta’ dalla Fao. Un mito vero, tanto che un altro campione, ma di Formula Uno, Lewis Carl Hamilton, deve il suo nome al fatto di essere nato pochi mesi dopo il trionfo di Lewis alle Olimpiadi di Los Angeles del 1984. Per la cronaca si presentera’ tra le fila dei democratici, cercando di strappare il collegio attualmente rappresentato da Dawn Addiego, un esponente del partito repubblicano. Presentando la sua candidatura, Lewis ha detto di volersi impegnare a favore dei bambini meno fortunati e agli anziani. Poi, davanti ai cronisti, ha aggiunto con il sorriso di sempre, anche se con qualche capello bianco. ”Quando corro, ormai mi conoscete, lo faccio sempre per vincere”.