Usa, Casa Bianca: il raccolto d’autunno, patate dolci per Michelle Obama

Pubblicato il 30 Ottobre 2009 8:43 | Ultimo aggiornamento: 30 Ottobre 2009 10:00

Dopo i ravanelli e i peperoni estivi per l’orto presidenziale della Casa Bianca è la volta di patate dolci e finocchi. Questo, scrive il Washington Post, il raccolto autunnale che ha visto come protagonista l’orto biologico (ma non troppo) piantato nel giardino del 1.600 di Pennsylvania Avenue da Michele Obama.

Al centinaio di studenti della Bancroft e della Kimball Elementary School che l’hanno aiutata, la first lady ha spiegato che finora l’orto è costato 280 dollari ma ha fruttato moltissimo: “Non solo abbiamo dell’ottima frutta e dell’ottima verdura per quanti lavorano alla Casa Bianca ma continuiamo a mesi di distanza a raccogliere da questo orto cibi sani. Un’alimentazione sana è molto importante per stare bene, e un orto è capace di fornire cibo per noi ma anche per i nostri vicini”.

L’unica beffa, come appurò l’ufficio di igiene della capitale, che il sistema di irrigazione della Casa Bianca che ricicla in parte le acque reflue non consente agli ortaggi presidenziali di fregiarsi del bollino “organic”.