Usa-Cina. Pechino attacca Hagel su aumento forze navali nel Pacifico

Pubblicato il 3 Giugno 2013 10:37 | Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2013 10:37
chuck

Il capo del Pentagono Chuck Hagel

PECHINO, CINA – Pechino attacca le affermazioni del segretario alla difesa americano Chuck Hagel sull’ impegno militare degli Usa nel Pacifico mentre si avvicina il vertice tra il presidente americano Barack Obama e quello cinese Xi Jinping, che si incontreranno in California venerdi e sabato sabato prossimi.

Ricordando che Hagel – parlando alla conferenza sulla sicurezza in Asia ”Shangri-la Dialogue” che si e’ svolta a Singapore – ha annunciato che entro il 2020 il 60% della forza navale americana sara’ dispiegata nel Pacifico, il quotidiano Global Times accusa gli Usa di ”praticare dei trucchi privi di senso”.

In un editoriale pubblicato lunedi, il quotidiano filogovernativo afferma che la strategia del presidente Obama nel Pacifio non e’ altro che una ”facile iniziativa tesa a rassicurare gli alleati degli Usa”. Pechino, scrive invece il Global Times, e’ ”impegnata in una crescita pacifica” e il rafforzamento della presenza militare americana e’ uno ”sforzo mal concepito” per contenerla.

Negli ultimi due anni anche la Cina ha incrementato la sua presenza nel Pacifico, dove una serie dispute territoriali la oppongono a Giappone, Vietnam, Filippine, Malaysia, Brunei e Taiwan. Nel suo intervento allo ”Shangri-la Dialogue” il generale cinese Qi Jianguo, intervenuto subito dopo Hagel, ha cercato di rassicurare i vicini, sostenendo che Pechino ”non nutre ambizioni egemoniche” nella regione”.