Usa, elezioni. Per i cinesi chiunque vinca non fa alcuna differenza

Pubblicato il 31 agosto 2012 18:28 | Ultimo aggiornamento: 31 agosto 2012 18:28

PECHINO, CINA – Per i cinesi non fa nessuna differenza chi vincera’ le elezioni presidenziali americane. Lo sostiene un lungo editoriale del Global Times. Il quotidiano cinese analizza la situazione attuale dei rapporti tra Cina e Stati Uniti e sottolinea come Mitt Romney, candidato alla presidenza per il partito repubblicano, abbia mostrato un atteggiamento duro nei confronti della Cina, soprattutto a proposito della sua politica monetaria.

Ma, si legge nell’editoriale, la cosa non preoccupa piu’ di tanto la Cina, per la quale le faccende americane contano meno di un tempo. ”Anche se la maggioranza dei cinesi – si legge nell’articolo del Global Times – pensano che gli Usa vogliano contenere la Cina e sono preoccupati del potenziale scontro tra le due parti, la cosa non ha suscitato poi una grande apprensione”.

PECHINO, CINA – I cinesi sono infatti sempre piu’ convinti che la piu’ grande sfida per il Paese venga dall’interno. ”Washington non puo’ facilmente minacciarci – scrive il Global Times – perchè qualsiasi mossa gli Stati Uniti facciano contro la Cina ci sara’ una risposta di conseguenza”.”Qualche decennio fa – prosegue l’articolo – la decisione degli Stati Uniti di tagliare la quota di mercato tessile cinese avrebbe generato tensioni; oggi no, perchè oggi il pubblico cinese non si preoccupa delle decisioni del dipartimento del commercio americano”.

Poiche’ gli interessi della Cina si stanno espandendo, scrive il giornale, il peso degli Stati Uniti sta diminuendo. Ne’ Romney ne’ Obama possono rovinare i rapporti bilaterali tra i due Paesi. L’unica differenza”, conclude l’editoriale, ”e’ che se vince Romney, essendo un nuovo inquilino della Casa Bianca privo di esperienza, potrebbero esserci un po’ piu’ di reciproci sospetti”

Ma quello che scrive il Global Times, giornale vicino alle posizioni del partito comunista, smentisce in parte quanto scritto dal China Daily, il maggior quotidiano cinese in inglese, che invece ha duramente criticato le posizioni di Romney sulla Cina.