Obama sceglie giovane attivista per difendere diritti donne alla convention

Pubblicato il 4 settembre 2012 19:11 | Ultimo aggiornamento: 4 settembre 2012 19:11

CHARLOTTE, STATI UNITI – Contro l’ultra-conservatore Todd Akin, il candidato repubblicano che parlo’ di ‘stupro legittimo’, i democratici schierano una giovane trentenne, Sandra Fluke. E’ stato lo stesso presidente Barack Obama a scegliere questa studentessa di Georgetown, tempo fa pesantemente insultata dalla destra estrema, come la sua testimonial per vincere la ‘guerra sulle donne’ e consolidare il vantaggio democratico all’interno dell’elettorato femminile.

Sara’ lei a parlare di aborto, contraccezione e diritti delle donne alla Convention democratica di Charlotte che incoronera’ il sei settembre Obama come candidato alla Casa Bianca. Sandra, una studentessa di legge, è diventata famosa alla fine di febbraio. Fu il centro di una feroce polemica con un notissimo opinion maker della destra, Rush Limbaugh, che in diretta alla radio la chiamò prostituta per aver sostenuto in un’audizione alla Camera la copertura medica anche per i contraccettivi.

“Di fatto – disse allora Limbaugh – questa ragazza chiede di essere pagata per fare l’amore… Vuole che io e voi all’ascolto, paghiamo con le nostre tasse la sua liberta’ di fare sesso”. In quei giorni scoppiò un putiferio. Uno dei primi a esprimerle solidarieta’ umana e politica fu proprio Obama. E ora è lo stesso Obama, impegnato a incassare in blocco i consensi delle donne d’America, a promuovere la sua discesa in campo.

Una mossa importante, tenuto conto anche della netta svolta a destra che il partito repubblicano ha fatto registrare nella piattaforma approvata alla Convention di Tampa, che esplicitamente esclude l’aborto, anche nei casi limite di stupro e incesto.