Usa, elezioni. Elettori annoiati da lunga campagna elettorale per Casa Bianca

Pubblicato il 27 agosto 2012 12:40 | Ultimo aggiornamento: 27 agosto 2012 12:40

WASHINGTON, STATI UNITI – Le campagne elettorali presidenziali negli Stati Uniti durano una eternità (già si comincia a parlare di quella del 2016) e considerato che tradizionalmente al momento del voto si reca alle urne all’incirca solo il 60 per cento degli aventi diritto, non sorprende che l’attuale sfida tra il presidente Barack Obama e il suo sfidante repubblicano Mitt Romney introduca tra gli elettori, frastornati dalle giravolte politiche prima nelle estenuanti primarie e poi dalla corsa vera propria alla Casa Bianca, un senso di, beh, noia.

La sfida tra Obama e il rivale repubblicano Romney è già entrata nel vivo, ma a poco piu’ di due mesi dall’Election Day del 6 novembre,  essa sembra avere gia’ stancato molti americani. Secondo un sondaggio di Associated Press e Gfk, circa un quarto dei votanti non e’ interessato alle elezioni. Oltre il 25% degli elettori registrati infatti non ha ancora deciso per chi votare, oppure e’ indifferente alla vittoria di uno o l’altro dei candidati.

La fascia degli ‘annoiati’ e’ costituita per lo piu’ da uomini giovani, con un’istruzione limitata e un reddito basso. Ma soprattutto essi sono convinti che, chiunque dei due sara’ il prossimo Presidente, poco cambiera’ per l’anemica l’economia del Paese e per il tasso di disoccupazione. ”E’ difficile scegliere quando nessuno dei candidato e’ stimolante”, e’ il parere di uno degli intervistati, Pam Zickert, pensionato 62/enne della California. Nel 2008 aveva votato per il repubblicano John McCain, oggi continua a sostenere che non gli piace Obama, ma definisce Romney un personaggio ‘insipido’, come definisce l’attuale capo della Casa Bianca.

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other