Usa. Petizione di studentesse per donne moderatrici a dibattiti presidenziali

Pubblicato il 29 luglio 2012 10:58 | Ultimo aggiornamento: 29 luglio 2012 10:58

MONTCLAIR, STATI UNITI – I dibattiti presidenziali americani peccano di eccessivo maschilismo, mancano le ‘quote rosa’. E allora tre studentesse liceali del New Jersey, Emma Axelrod, Sammi Siegel and Elena Tsemberis, di Montclair, hanno lanciato una petizione per chiedere alla Commissione per i dibattiti presidenziali di nominare una donna tra i moderatori dei prossimi dibattiti.

Finora le tre giovani hanno gia’ raccolto 130/mila firme, quanto basta per presentarsi a Washington il prossimo martedi’ ed avanzare la loro richiesta alla Commissione. L’ultima volta che una donna ha ottenuto lo ‘scettro’ di moderatrice risale al 1992 quando Carole Simpson, giornalista della Abc, modero’ il dibattito a Richmond in Virginia tra gli allora candidati alla presidenza Bill Clinton, George W. Bush e Ross Perot. Poi il vuoto totale.

L’ultima donna che invece ha moderato i dibattiti tra gli aspiranti vice presidente e’ stata Gwen Ifill di ‘Pbs Newshour’, nel 2004 e 2008. La Commissione per i dibattiti presidenziali ha detto che i nomi dei moderatori saranno annunciati in agosto. Sul sito internet della petizione, tra le ‘papabili’ ci sono Christiane Amanpour, Rachel Maddow, Katie Couric, Diane Sawyer, Gwen Ifill e Leslie Stahl. Tra i 17 membri che fanno parte della Commissione per i dibattiti solo tre sono donne.

”Firmo perche’ le elezioni presidenziali di quest’anno sono cruciali per le donne”.  – ha dichiarato una delle sottoscriventi della petizione – Solo una donna puo’ chiedere onestamente ai nostri candidati le domande che avranno un impatto sul nostro futuro”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other