Usa: giudice liberal della Corte Suprema si ritira. Obama nominerà il suo successore

Pubblicato il 9 Aprile 2010 18:03 | Ultimo aggiornamento: 9 Aprile 2010 18:52

La Corte Suprema degli Stati Uniti

Il giudice della corte suprema degli Stati Uniti, John Paul Stevens, ha annunciato l’intenzione di ritirarsi entro breve tempo, a quanto riferisce l’Associated Press.

Il novantenne giudice è di tendenze liberal, e la sua dipartita consentirà al presidente Barack Obama di mantenere l’attuale equilibrio ideologico nell’Alta Corte nominando un successore delle medesime tendenze. Stevens, il più anziano membro della Corte, è il secondo giudice che Obama sostituisce dall’inizio della sua amministrazione.

Stevens ha dichiarato venderdi che intende ritirarsi quando la Corte terminerà i suoi lavori alla fine di giugno o ai primi di luglio ed ha aggiunto di sperare che il suo successore sia confermato dal senato ”molto prima dell’inizio della prossima sessione della Corte”.

La scelta della data del suo ritiro lascia tempo abbondante alla Casa Bianca per decidere chi sarà il successore ed al Senato – dove i democratici hanno una maggioranza di 59 seggi – di svolgere le consultazioni e di votare sul successore prima dell’inizio della prossima sessione della Corte in ottobre. I repubblicani d’altra parte, non nascondo l’intenzione di rallentare la conferma senatoriale.

Secondo l’Associated Press, i principali candidati alla successione di Stevens sono il vice-procuratore generale Elena Kagan, 49 anni e i giudici di appello federale Mwerrick Garland, 57, e Diane Wood, 59.

La Corte Suprema degli Stati Uniti è composta da un presidente e otto giudici associati.