Usa-Iran. Scambio di lettere tra Obama e Ruhani riguardo alla Siria

Pubblicato il 15 settembre 2013 18:06 | Ultimo aggiornamento: 15 settembre 2013 18:06
Il presidente iraniano Hassan Ruhani

Il presidente iraniano Hassan Ruhani

WASHINGTON, STATI UNITI – Il presidente Barack Obama ha avuto un insolito scambio di lettere con il presidente iraniano Hassan Ruhani per confrontare opinioni sugli ultimi sviluppi riguardo alla Siria. Lo ha detto lo stesso inquilino della Casa Bianca in un’intervista alla Abc.

Cinque giorni fa il ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, citato dall’agenzia Isna di ritorno da una visita in Iraq, aveva rivelato che Usa e Iran si erano scambiati punti di vista attraverso messaggi sulle violenze in Siria.

Il ministro non aveva citato alcun dettaglio ma aveva dichiarato che, se necessario, l’Iran avrebbe continuato a scambiare messaggi con gli Stati Uniti: ”Intendiamo continuare ad avere colloqui diretti con gli Usa circa la Siria”. Ma lo scambio di lettere tra Obama e Ruhani potrebbe essere il primo.

L’affermazione non aveva fatto troppo scalpore in quanto Iran e Usa – nonostante siano avversari senza relazioni diplomatiche dirette – hanno avuto in passato colloqui bilaterali su questioni di comune interesse come Iraq e Afghanistan. Secondo indiscrezioni non confermate ma date per certe da varie fonti, vi sono stati anche contatti sul tema bilaterale più spinoso: il programma nucleare di Teheran sospettato di finalità militari.

Circa la Siria, a inizio mese Teheran aveva rivelato, non smentita, di aver passato a Washington già otto mesi fa informazioni sull’introduzione in Siria di gas nervini che sarebbero stati messi a disposizione dei ribelli anti-Assad.