Usa 2020, Michael Bloomberg sconfitto al Super Tuesday si ritira e appoggia Joe Biden

di Maria Elena Perrero
Pubblicato il 4 Marzo 2020 20:33 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2020 20:33
Michael Bloomberg sconfitto al Super Tuesday si ritira e appoggia Joe Biden

Michael Bloomberg sconfitto al Super Tuesday si ritira e appoggia Joe Biden (Nella foto Ansa, a sinistra Biden, a destra Bloomberg)

MILANO  –  Non è bastato mezzo miliardo di dollari investito nella campagna elettorale: Michael Bloomberg ha perso la sfida delle primarie democratiche e si è sfilato, dando il suo appoggio all’amico Joe Biden, vero vincitore del Super Tuesday. 

La Virginia e l’Arkansas, gli Stati su cui più aveva scommesso, hanno girato le spalle all’ex sindaco di New York per premiare l’ex vicepresidente di Barack Obama, 77 anni, che si è aggiudicato 10 dei 14 Stati del Super Martedì. Ma il risultato per Bloomberg è stato deludente ovunque: l’unico successo è arrivato dalle piccole Samoa Americane. 

Donald Trump naturalmente ha colto subito l’occasione per ironizzare su quello che è il suo più acerrimo rivale, “Mini Mike”, come lo definisce da mesi, prendendolo in giro per la sua statura. “E’ il vero perdente della serata. Ha buttato via 700 milioni per niente. Le uniche cose che ha ottenuto sono il soprannome ‘Mini Mike’ e la totale distruzione della sua reputazione”, ha twittato il presidente americano. 

E mentre Elizabeth Warren, la candidata anti-Wall Street più vicina alla sinistra di Bernie Sanders, si conferma senza vittorie, e Bloomberg decide di seguire gli altri ex sfidanti alla corsa democratica alla Casa Bianca Pete Buttigieg ed Amy Klobuchar per appoggiare il candidato moderato, Sanders, fino a lunedì in testa nella sfida, frena. Confermando che gli Stati Uniti possono essere stati pronti per un presidente nero, ma non sembrano affatto disposti ad averne uno in odor di socialismo. (Fonti: Ansa, Afp, Washington Post)