Usa, oltre 200 mila in piazza contro i Tea Party. Il raduno organizzato dai comici Stewart e Colbert

Pubblicato il 31 Ottobre 2010 11:33 | Ultimo aggiornamento: 31 Ottobre 2010 11:40

Sono giunti in oltre 200mila a Washington da ogni parte degli Stati Uniti per la grande manifestazione in difesa della riforma sanitaria del presidente Usa Barack Obama, in realtà per esprimere un deciso rifiuto ai Tea Party antitasse, percepiti come la destra più radicale.

Il National Mall di Washington, tra il memoriale di Lincoln e Capitol Hill è stato letteralmente invaso da famiglie con bambini, studenti, professionisti. Cioè dall’americano medio. Tutti per assistere allo show di Jon Stewart e Stephen Colbert, i due più famosi comici del momento, che hanno voluto rispondere a Glenn Beck, il polemista della ultraconservatrice Fox, che ad agosto aveva attirato 80mila persone sullo stesso National Mall. Molti si erano messi in fila da ieri pur di avere un posto in prima fila. Era un’atmosfera da Woodstock con musica, intrattenimento e soprattutto senza riferimenti a partiti politici.

Spiccavano i cartelli che inneggiano contro l’odio, contro la violenza, contro ogni forma di denigrazione del prossimo. Fondamentalmente e’ stato il raduno della classe media, quella piu’ colpita dalla crisi e che a gran voce chiede liberta’ di parola per rivendicare un posto nella societa’. ”L’America sta impazzendo – spiega per esempio Diana Smith, 46 anni del Missouri – sta tornando indietro. Stanno prevalendo comportamenti che portano ad un senso di paura nei confronti del diverso”.