Usa/ Obama blocca la pubblicazione delle foto delle torture ai prigionieri di guerra

Pubblicato il 14 maggio 2009 14:59 | Ultimo aggiornamento: 14 maggio 2009 14:59

Barack Obama ha posto il veto alla pubblicazione delle foto sugli abusi ai danni dei prigionieri catturati in Afghanistan e in Iraq. Il Pentagono avrebbe dovuto rendere disponibili le foto il 28 maggio prossimo, in ottemperanza ad una sentenza favorevole alla richiesta avanzata dall’Unione americana delle libertà civili (Aclu). Il presidente americano ha deciso tuttavia per il blocco della pubblicazione dopo aver consultato Ray Odierno, comandante delle truppe in Iraq, e David Petraeus capo di tutte le operazioni militari in Medio Oriente.

La Casa Bianca ha fatto sapere che la misura è stata presa per non infiammare ulteriormente il teatro di guerra mettendo a rischio le truppe impegnate sul fonte. É forte il timore di replicare il devastante impatto mediatico seguito alla divulgazione delle immagini di Abu Ghraib.

La mossa di Obama, criticata dall’Aclu e da “Human Rights Watch”, mira anche a stemperare la tensione tra la Cia e i rappresentanti del Partito Democratico: secondo l’intelligence americana erano a conoscenza delle procedure e delle tecniche con cui venivano svolti gli interrogatori considerati tortura.