Usa/ Obama estende il welfare ai partner degli statali gay. Adesso resta da legittimare il loro ruolo nell’esercito

Pubblicato il 17 Giugno 2009 20:46 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2009 20:46

Lo diceva già in campagna elettorale che avrebbe riconosciuto i diritti dei gay americani. Detto fatto, il presidente Obama ha esteso ai compagni omosessuali dei dipendenti pubblici l’assistenza sanitaria concessa alle coppie regolarmente sposate (inclusa anche la pensione di reversibilità). E i dipendenti del dipartimento di Stato avranno anche il passaporto diplomatico.

La conquista del “Welfare” ha rallegrato la comunità gay, pur con qualche riserva. Obama infatti ha precisato che la copertura sanitaria per il partner dello statale gay non sarà totale. (Potrebbe esserlo solo se venisse abrogata una legge del ’96 a difesa del matrimonio).

I gay lamentano inoltre condizioni di vita difficili nell’esercito. Per il momento, è in vigore la norma Clinton (“Non chiedere, non dire”) che li ammette tra i soldati  purché non facciano outing. Obama sta cercando di legittimare la loro posizione, anche se il Pentagono è contrario.