Obama festeggiato alla raccolta di fondi delle stelle della NBA

Pubblicato il 23 agosto 2012 11:37 | Ultimo aggiornamento: 23 agosto 2012 11:37

Il presidente Obama festeggiato alla raccolta di fondi

NEW YORK, STATI UNITI – Il presidente Barack Obama è intervenuto emozionato alla serata di raccolta fondi con alcune delle piu’ grandi star del basket americano, tra cui il piu’ forte giocatore di sempre nella storia dell’Nba (National Basket Association): Michael Jordan.

E non poteva essere diversamente, vista la passione viscerale che il presidente americano ha per questo sport e per la squadra dei Chicago Bulls con la quale Jordan, soprannominato ”His Airness”, ha vinto ben sei titoli. ”This is my dream team”, ”Questa è la mia squadra dei sogni”, ha detto Obama.

”E’ molto raro che io arrivi ad un evento dove sono la quinta o la sesta persona piu’ importante. Solitamente la gente vuole farsi una foto con me, sedersi vicino a me e parlare con me. Ma non e’ questo il caso, e lo capisco”, ha scherzato Obama, che grazie alla cena al Lincoln Center di New York, alla quale hanno partecipato circa 120 persone, ha raccolto piu’ di 3 milioni di dollari, oltre le piu’ rosee aspettative. E dire che fino ad oggi il mondo del basket americano aveva versato molti piu’ soldi nelle casse della campagna del candidato repubblicano Mitt Romney, che non ha mai dimostrato tanto amore per questo sport.

Obama non ha perso l’occasione per ironizzare sul caso Akin, il deputato repubblicano che ha messo in imbarazzo il Grand Old Party per aver affermato che una donna che subisce violenza sessuale non puo’ rimanere incinta: ”E’ una persona che siede nel Comitato di Scienze e Tecnologia della Camera, ma forse ha perso qualche lezione di scienze”, ha scherzato il presidente, sottolineando poi un po’ piu’ seriamente come Akin sia ”un parlamentare che ha il desiderio di tornare indietro piu’ che di andare avanti, e di voler combattere battaglie che noi pensavamo di aver risolto 20 o 30 anni fa”.

Le star presenti e la platea applaudono calorosamente. Riferendosi infine al rush finale della campagna elettorale che si concludera’ col voto del 6 novembre, Obama non rinuncia ad una analogia col basket per descrivere le ultime settimane di battaglia col rivale repubblicano Mitt Romney.

”Siamo nel quarto tempo e siamo solo pochi punti avanti rispetto agli avversari che giocano un po’ sporco. Mancano solo sette minuti alla fine della partita e nessuno sa meglio di Michael Jordan che se hai un piccolo vantaggio a pochi minuti dalla fine questo e’ il momento di spazzarli via”. La serata si è conclusa conclude con una ovazione per il presidente.