Usa, il responsabile della campagna elettorale di Bush del 2004 fa outing: “Si è vero sono gay”

Pubblicato il 26 Agosto 2010 11:55 | Ultimo aggiornamento: 26 Agosto 2010 12:25

Ken Mehlman, responsabile della campagna elettorale per Bush nel 2004 nonché ex presidente del Comitato Nazionale Repubblicano, ha ammesso a familiari e esponenti del partito di essere gay. Mehlman è arrivato a questa conclusione poco tempo fa, ha raccontato in una intervista.

Mehlam ha accettato in questi giorni di rispondere alle domande dei giornalisti ed ha dichiarato di voler diventare un avvocato che si batte a favore del matrimonio gay:  “Mi ci sono voluti 43 anni per arrivare a sentirmi a mio agio con questa parte della mia vita – ha detto Mehlman – ognuno ha il proprio percorso, il proprio cammino. Nel mio caso ho voluto dirlo solo ora alla mia famiglia, ai miei amici colleghi ed ex colleghi i quali sono stati molto solidali con me”.

“Tutto questo – racconta ancora Ken Mehlam – mi ha reso una persona più felice e migliore. È una cosa che avrei dovuto fare diversi anni fa”. Il politico repubblicano in realtà si era battuto come molti conservatori americani contro l’approvazione dei matrimoni gay in California: in privato però da sempre aveva espresso sostegno alle unioni civili provando anche a convincere gli alti funzionari repubblicani a non portare avanti la “guerra” contro le unioni omosessuali.

Mehlam racconta anche che “il presidente Bush non era omofobo. Rimaneva colpito dal fatto che gli elettori gay facessero fronte comune insieme ai repubblicano contro i sostenitori della jihad islamica, la più grande forza anti-gay presente al mondo in questo momento”.

Il suo outing arriva in un momento in cui i repubblicani intensificano le attività anti-gay: Mehlman ha spiegato però che il ruolo ricoperto negli anni passati, gli impediva di andare contro le decisioni prese dal suo stesso partito. Il politico recentemente aveva dato il suo appoggio anche alla American Foundation for Equal Rights (AFER), organizzazione che si batte contro l’approvazione dei matrimoni gay in California.

I sospetti sulle preferenze sessuali di Mehlman erano già stati resi pubblici nel 2006: durante infatti una puntata del “Larry King Live” in onda sulla Cnn, l’opinionista e scrittore americano Bill Maher aveva dichiarato che Mehlman, allora presidente del Comitato Nazionale del Partito Repubblicano, era gay come molti altri esponenti di spicco del Partito dei conservatori americani. Ora, quattro anni dopo, Mehlman ha praticamente confermato l’intervista di quattro anni prima di Maher.

Ecco la puntata del “Larry King Live” di quattro anni fa che vedeva come ospite Bill Maher: