Usa. Senatore repubblicano si dimette dopo scandalo sessuale

Pubblicato il 22 aprile 2011 19:58 | Ultimo aggiornamento: 22 aprile 2011 19:58

Il senatore John Ensign

Il senatore repubblicano del Nevada John Ensign ha annunciato che si dimetterà a maggio dopo essere stato invischiato in uno scandalo sessuale e di corruzione che l’ha visto diventare oggetto di una inchiesta congressuale e giudiziaria sul suo comportamento etico.

Il senatore, 53 anni, ha annunciato le dimissioni dopo la scoperta di una relazione sessuale con la sua ex-assistente Cynthia Hampton, il cui marito, Doug Hampton, era stato il consulente amministrativo di Ensign.

”E’con tremenda tristezza che rinuncio al seggio che ho tenuto per 11 anni”, ha detto il senatore in una dichiarazione ai media. ”Continuo a credere che non ho violato alcuna legge o modo di comportamento senatoriale”. Ma, ha proseguito ”non posso più assoggettare la mia famiglia, i miei elettori e tutti coloro che mi stimano al prolungarsi di inchieste, interrogatori o sedute giudiziarie pubbliche”. Il costo emotivo, ha aggiunto, è stato insopportabile, ”ma il peccato – ha detto – ha le sue conseguenze”.

Ensign ha ammesso la sua relazione con Cynthia Hampton nel 2009, quando il marito di lei minacciò di rivelare tutto ai media. Successivamente il senatore ha confessato di aver avuto dai suoi genitori 96 mila dollari per comprare il silenzio della coppia dopo averla licenziata. Tra le accuse a suo carico c’è il denaro ricevuto dai genitori, considerato un improprio contributo alla campagna elettorale del figlio.