Usa. Stato Unione, Obama: “Occorre responsabilità condivisa”

Pubblicato il 26 Gennaio 2011 0:31 | Ultimo aggiornamento: 26 Gennaio 2011 0:50

Appello bipartisan del presidente Usa Barack Obama nel suo discorso sullo Stato dell’Unione: con i loro voti gli americani hanno determinato ”che ci vorrà una responsabilità condivisa” tra democratici e repubblicani per rispondere alle sfide del futuro. E’quanto si legge nelle anticipazioni fornite dalla Casa Bianca.

”Le nuove leggi – aggiunge Obama – passeranno soltanto con l’appoggio dei democratici e dei repubblicani. Andremo avanti insieme, o non andremo avanti per niente, per le sfide che sono più grandi dei partiti e più grandi della politica”.

”A due anni di distanza la peggiore recessione che molti di noi hanno sperimentato, la Borsa è tornata a salire, i profitti delle aziende ad aumentare. L’economia è tornata a crescere” precisa Obama mettendo in evidenza come gli Stati Uniti ”non hanno mai misurato i progressi solo tenendo conto di questi parametri. Noi misuriamo i progressi con il successo della nostra gente, con i posti di lavoro che si possono trovare e con la qualita’ della vita che questi posti offrono. Con le prospettive dei titolari di piccole e medie imprese, che sognano di trasformare una buona idea in un’azienda di successo, con le opportunità che offriamo ai nostri figli. Questo è il progetto sul quale” aggiunge rivolgendosi a repubblicani e democratici ”gli americani vogliono che lavoriamo. Insieme”.

”E’ giunto il momento Sputnik per la nostra generazione”, sostiene Obama riferendosi agli sforzi che gli Usa devono fare per tornare ad essere i primi, come quando superarono i sovietici nella corsa alla spazio dopo avere perso la prima battuta.