Venezuela, rapito proprietario terriero italiano: ha 83 anni

Pubblicato il 9 Settembre 2010 22:40 | Ultimo aggiornamento: 9 Settembre 2010 22:47

Cinque uomini armati, quattro dei quali incappucciati, hanno rapito il proprietario terriero Giovanni Tomassi. L’uomo di 83 anni e originario di Tarzo, in provincia di Treviso, è stato sequestrato in Venezuela nei pressi della città di Baralt, nello Stato di Zulia, nella zona ovest del Paese.

Secondo il quotidiano ‘La Verdad’, Tomassi si trovava nel cortile della sua fattoria quando hanno fatto irruzione cinque uomini armati di mitra e pistole, lo hanno fatto salire sulla sua auto, che hanno poi abbandonato a circa 500 metri dall’edificio.

La moglie Olga Tomassi, sposata con lui da oltre 45 anni, ha raccontato alle forze di polizia che il marito ”ha problemi al cuore ed è iperteso”, tanto che ogni giorno deve ricorrere a diversi medicinali. ”E’ assolutamente indispensabile che continui la cura”, ha detto la donna.

Secondo un dipendente di Tomassi, uno dei rapitori è privo di un braccio. ‘La Verdad’ rileva che, nella stessa zona, domenica scorsa è stato rapito un altro imprenditore. Con Tomassi salgono a 13 i membri della comunità italiana residenti nel Paese ad essere sequestrati dall’inizio dell’anno. Solo lui è nelle mani dei rapitori.