Venezuela, Chavez chiede “poteri speciali” per 18 mesi

Pubblicato il 14 Dicembre 2010 17:44 | Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2010 17:46

Il presidente venezuelano Hugo Chavez ha annunciato che chiederà al congresso poteri speciali per potere fare leggi per decreto per un massimo di 18 mesi. Il progetto di legge verrà inviato oggi all’assemblea.

”Dobbiamo creare un’insieme di leggi speciali per affrontare l’emergenza – ha detto Chavez riferendosi alle piogge torrenziali che hanno causato in questi giorni 34 morti e 130 mila senza tetto in Venezuela – Dobbiamo preoccuparci di quella che è una vera crisi sociale”.

L’opposizione ha immediatamente reagito accusando Chavez di comportarsi come un dittatore e di approfittare della tragedia del paese per porre dei limiti al parlamento. E’ la quarta volta in 11 anni di presidenza che Chavez userà poteri speciali che gli hanno permesso di varare leggi come la riforma agraria, la nazionalizzazione del petrolio e l’ampliamento del numero dei membri della Corte Suprema.

Chavez ha detto che ”si sta discutendo proprio ora se chiedere i poteri per un minimo di sei mesi o un massimo di 18 mesi”. Il 5 gennaio entrerà in carica il nuovo parlamento uscito dalle elezioni di settembre in cui l’opposizione avrà  il 40 per cento dei seggi. Il permesso di legiferare per decreto, chiesto all’attuale parlamento dominato dal partito socialista di Chavez, permetterà al presidente di affrettare le riforme.