Visita in India di Sarkozy: richiesti gorilla bassi per proteggere il presidente francese

Pubblicato il 6 Dicembre 2010 14:21 | Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre 2010 14:45

Gorilla bassi per proteggere il presidente francese Nicolas Sarkozy e la moglie Carla Bruni durante il loro viaggio in India: questa la ”strana richiesta” formulata alla polizia e ai servizi di sicurezza di Nuova Delhi dal protocollo del ministero degli esteri indiano, dopo una precisa indicazione di Parigi. In particolare, secondo quanto si legge sul sito internet del quotidiano francese Le Monde, che cita l’anglofono indiano DNA (Daily News and Analysis), la diplomazia indiana si sarebbe mossa dopo un esplicito suggerimento rivolto alle autorità locali dell’ambasciata di Francia nel subcontinente: ”Nicolas Sarkozy, che è alto 1 metro e 68, è molto indisposto dalla presenza di uomini più alti di lui”.

Parole che gli indiani hanno preso molto sul serio. Tanto che il protocollo locale ha chiesto ai responsabili della sicurezza di ”trovare entro 24 ore delle guardie del corpo di piccola statura per garantire la sicurezza del presidente francese”. ”E’ quindi scattata una disperata corsa contro il tempo per rispondere a questa richiesta dell’ultimo minuto”, scrive DNA.

Una richiesta davvero non facile, prosegue il giornale, visto che le agenzie di sicurezza indiane contano tra il suo personale ‘fusti’ di alta statura, formati da tempo per la protezione dei leader mondiali, spesso provenienti da regioni indiane come l’Haryana, il Rajasthan o l’Uttar Pradesh. Un’altra richiesta, giunta direttamente dall’ambasciata francese, chiedeva che i fotografi non potessero seguire Sarkozy e la Bruni durante la loro visita al Taj Mahal, a Agra. Le autorità indiane hanno immediatamente ordinato ad Agra che nel corso della visita fosse consentita un solo scatto della coppia presidenziale.