Wikileaks, Kabul: “Ora a rischio i rapporti con gli Usa”

Pubblicato il 4 Dicembre 2010 17:02 | Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre 2010 20:53

Dopo le rivelazioni di Wikileaks i rapporti tra Usa e Afghanistan potrebbero essere compromessi per sempre: a dirlo è il ministro delle Finanze afghano, Omar Zakhilwal, che oggi si è detto disposto a dimettersi dopo la pubblicazione dei documenti in cui ha definito il presidente Hamid Karzai un ”debole”. Lo riporta il Guardian online.

”Tra il governo afghano e l’ambasciatore Usa Karl Eikenberry non sarà più un ‘business as usual”’, ha detto il ministro oggi in una conferenza stampa.

Zakhilwal ha poi smentito quanto riportato dai documenti Wikileaks su di lui, secondo cui avrebbe definito Karzai un ”debole, che dà ascolto ai fatti ma si lascia influenzare da chiunque vada da lui a raccontargli le storie più assurde”.

Secondo quanto riporta il Guardian, i diplomatici Usa a Kabul ritengono reale il rischio di un forte deterioramento delle relazioni con le autorità afghane.

[gmap]