Wikileaks: nel 2005 Berlusconi chiese aiuto a Bush per le elezioni contro Prodi

Pubblicato il 2 Dicembre 2010 17:29 | Ultimo aggiornamento: 2 Dicembre 2010 17:57

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi, nell’ottobre del 2005, chiese ”specificamente” all’ambasciatore degli Usa a Roma Ronald Spogli una riunione a Washington con l’allora presidente americano George W. Bush ”e di poter parlare davanti al Congresso degli Usa per migliorare le sua posizione in vista delle elezioni di aprile 2006”.

E’ quanto emerge da un cablogramma del 26 ottobre 2005 inviato dall’ambasciata statunitense a Roma e riportato oggi dal quotidiano spagnolo El Pais. Il documento, classificato come segreto e firmato da Spogli, afferma che Berlusconi, in quel periodo, ”ha otto punti di svantaggio nei sondaggi” e che il suo Governo è ”minato da scontri interni e da una permanente recessione economica”.

Spogli, al termine del cablogramma, raccomanda prudenza alla Casa Bianca. ”Dovremmo 1) offrire un elogio appropriato alla politica estera italiana senza pregiudicare i nostri rapporti con Prodi e 2) fare in modo che Berlusconi si impegni con noi sulla Russia e l’Iran”, si legge sul documento riportato da El Pais.