Yemen, 40 feriti negli scontri tra i manifestanti pro e contro il regime

Pubblicato il 17 Febbraio 2011 17:26 | Ultimo aggiornamento: 17 Febbraio 2011 18:15

Ali Abdullah Saleh

SANAA – Nello Yeme è salito ad almeno 40 feriti il bilancio dei violenti scontri avvenuti nella capitale Sanaa fra manifestanti dell’opposizione, che chiedono la fine dei 32 anni di potere del presidente Ali Abdullah Saleh, e sostenitori del regime.

Gli scontri hanno visto l’uno contro l’altro circa 800 pro-regime, armati di bastoni e pugnali, e circa 1.500 oppositori, che hanno risposto con il lancio di sassi. ”Non smetteremo di protestare fino a quando il regime non cadrà. Siamo stati pazienti troppo a lungo”, ha dichiarato uno dei manifestanti, Saleh.

Oggi, quinto giorno consecutivo di proteste, i manifestanti, in gran parte studenti, sono stati attaccati dopo aver lasciato il campus universitario da un gruppo di fedelissimi del governo armati di bastoni. Le forze dell’ordine hanno “perso il controllo della folla”, secondo quanto riferiscono testimoni, e gli studenti sono stati costretti alla fuga.

[gmap]