Radioblitz

Mario Mauro-Al Bano Carrisi: duetto ministro-cantante su “O surdato ‘nnamurato”

6 febbraio 2014 19:36 - di Redazione Blitz

Mario Mauro e Al Bano Carrisi, il ministro della Difesa e il cantante di Cellino San Marco si sono esibiti in un inedito duetto sulle note di “O surdato ‘nnamurato”a “Un giorno da Pecora”, programma di Radio 2 condotto da Claudio Sabelli Fioretti e Giorgio Lauro. Per una volta Mauro ha smesso i panni del politico austero e, insieme a Sabelli Fioretti e Lauro, oltre all’ospite Al Bano, ha cantato diverse canzoni, dedicando una strofa anche ad Enrico Letta. Come primo pezzo della “scaletta”, Mauro ha intonato il classico di sinistra “Contessa”, inno del ’68 più rosso scritto da Paolo Pietrangeli. Poi è stato il turno di Enrico Letta, al quale il Ministro ha dedicato la strofa di un vecchio jingle pubblicitario con questo testo: “Dormi tranquillo e asciutto, Matteo Renzi assorbe tutto”.

Vittorio Di Battista, padre di Alessandro (M5S): “Io, fascista orgoglioso” (audio)

31 gennaio 2014 20:54 - di Antonio Sansonetti

Vittorio Di Battista da Civita Castellana, detto “Littorio”, padre di Alessandro Di Battista, deputato del Movimento 5 Stelle, è un “fascista orgoglioso”, come afferma lui stesso in un’intervista a La Zanzara (Radio 24, Giuseppe Cruciani) nel lontano 2010. Era l’epoca del Popolo Viola e dello strappo di Gianfranco Fini, che aveva appena fondato “Futuro e Libertà”. Il settantatreenne Di Battista, a differenza del figlio candidatosi senza successo al Comune, alla Regione e al Parlamento, era andato a Mirabello, curioso di sentire cosa avrebbe detto Fini. Era il 7 settembre 2010 e La Zanzara aveva raccolto le sue impressioni: Vittorio Di Battista: “Ho 69 anni, non 67. Non sono mica il “Tinto” io, non mi abbatto l’età. Il “Tinto”? È il famoso “conducator della Brianza”. Io l’ho chiamato già “Tinto Bass”… debbo dirle che io, malgrado la mia certissima cultura fascista – mi interrompa quando vuole – essendo un anticapitalista – e questo alla vostra radio può sembrare strano… Cruciani: “Si figuri, qui abbiamo anche Telese…” Di Battista: “Telese non è propriamente un appecoronato… io sono costretto, pur di battermi per le mie idee, per quella che ritengo la libertà mia di fare delle scelte e anche quella del prossimo, sono costretto a frequentare le zecche. I quali, quando qualche anno fa ci fu il Family Day del centrodestra, al quale partecipò pure Gianfranco Fini, io sono andato vestito da borghese e col distintivo del fascio a fare la contromanifestazione organizzata dai radicali e dalle zecche. Mi sono trovato circondato da zecche, da radicali, da gay, da lesbiche che non mi hanno suscitato…

Emilio Fede: “Giovanni Toti? Ha avuto un gran culo, sono invidioso”

9 gennaio 2014 15:25 - di Redazione Blitz

Emilio Fede prova invidia nei confronti di Giovanni Toti, direttore Mediaset (e del Tg4 che Fede ha guidato per vent’anni), che potrebbe diventare vicepresidente o coordinatore di Forza Italia. L’ex direttore del Tg4, intervistato da La Zanzara, programma di Giuseppe Cruciani e David Parenzo, non va per il sottile: “Toti? Ha avuto un gran culo, dirige due tg e ora diventa pure un esponente politico. Sono invidioso, onestamente si”. “Politicamente non so quanto vale, ma Berlusconi come sempre sceglie bene. Lui è un lavoratore serio, non uno sbruffone come me. Io mandavo affanculo le persone, lui no. Certo cono invidioso, onestamente si. Altrimenti direi una bugia. Se mi rode il culo? Si, certo”.

Alessandro Sallusti: “Napolitano ha fatto le peggiori porcate della storia”

28 novembre 2013 19:11 - di Redazione Blitz

arole da vilipendio quelle usate contro Giorgio Napolitano da Alessandro Sallusti, direttore del Giornale chiamato in diretta da La Zanzara, programma condotto da Giuseppe Cruciani e David Parenzo su Radio 24: “Napolitano? Ha ragione Travaglio, uomo libero”. “Napolitano ha fatto le peggiori porcate della storia, facendola franca”. “Napolitano negli anni 50 voleva fare golpe comunista in Italia”. “Ci vorrebbe l’impeachment, come dicono i 5 Stelle. Forza Italia dovrebbe appoggiarli”. “Presidente ha benedetto tanti golpe, se ne intende di colpi di Stato”. “A Berlusconi rinfacciano la storia dei diritti Mediaset. Berlusconi ha pagato. Ingiustamente ma ha pagato. Napolitano l’ha sempre fatta franca. Ha fatto le peggiori porcate storiche che un politico può fare, come appoggiare l’Ungheria, eppure ce lo ritroviamo Presidente della Repubblica. Lui si intende di golpe, nella sua vita ne ha benedetti tanti. Uno l’avrebbe fatto anche in Italia negli anni Cinquanta. I 5 stelle quando vogliono fargli l’impeachment hanno ragione, assolutamente. Penso ci siano gli estremi. Dovrebbe farlo anche Forza Italia”. “La logica e il buon senso suggeriscono ci che ci fosse un impegno morale nei confronti di Berlusconi. Non può cambiare le sentenze, ma quelle che lo riguardano le cambia. Vedi il caso di Palermo, dove è testimone e decide lui se andare o no. Berlusconi ha voluto la sua rielezione e non dico riconoscenza, ma un po’ di attenzione Napolitano avrebbe dovuto averla. Invece dopo 15 giorni ha nominato quattro senatori a vita di sinistra”.