La delusione di Maroni. Come fa il ministro dell’Interno a mettersi al piano di uno scrittore di noir come Saviano?

Pubblicato il 24 Novembre 2010 5:44 | Ultimo aggiornamento: 23 Novembre 2010 20:06

[podcast]http://www.blitzquotidiano.it/wp/wp/wp-content/uploads/2010/11/Maroni-delusione.mp3[/podcast]

Roberto Maroni se la prende per le affermazioni un po’ tanto generiche di Roberto Saviano. Che Saviano non sia ancora la reincarnazione di Cristo, ma soltanto un buon autore di successo di noir italiano sono in pochi a avere il coraggio non di dirlo, ma solo di pensarlo, ma sono buoni. Però dà un po’ i brividi che il ministro dell’Interno sia così accomodante con lo scrittore e subito ha fatto pensare ai maligni che la Lega abbia scheletri nell’armadio nati sotto la linea gotica. E fa cadere le braccia l’idea che il ministro dell’interno, anzi, il Ministro dell’Interno, ci tenga così tanto a recitare la sua poesiola in diretta tv alla trasmissione da cui Saviano ha lanciato le sue accuse. Per finire col farsi prendere per il bavero (il suo capo Bossi direbbe ben altro) da Fabio Fazio.