Angiola Armellini nasconde al Fisco 1243 immobili: avrebbe evaso 190 mln

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 gennaio 2014 9:20 | Ultimo aggiornamento: 21 gennaio 2014 9:21

Angiola Armellini nasconde al Fisco 1243 immobili: avrebbe evaso 190 mlnROMA – Angiola Armellini, protagonista delle serate nei salotti romani, dov’è stata spesso fotografata accanto all’ex compagno Bruno Tabacci, leader del Centro democratico, stavolta finisce sotto i riflettori per una miliardaria evasione fiscale.

Angiola, figlia del “re del mattone” del boom economico degli Anni 70, Renato Armellini, ha nascosto al fisco 2 miliardi e 100 mila euro.

Scrive Grazia Longo su La Stampa:

Lei ora risulta proprietaria di 1.243 immobili, di cui 3 alberghi il resto case – 1.239 a Roma, le altre a Pomezia e a Sezze, in provincia di Latina – che non ha mai denunciato nella dichiarazione dei redditi e di cui non ha tanto meno mai versato Ici e Imu per diversi milioni di euro. E come se non bastasse tutto questo l’imprenditrice ha inoltre evaso le tasse per 190 milioni di euro. La scoperta è il frutto di un’indagine del Nucleo tributario della Guardia di Finanza della capitale che ha indagato Angiola Armellini, insieme con altre 11 persone, di associazione a delinquere finalizzata all’evasione fiscale. Si tratta di consulenti, italiani ed esteri, che erano incaricati della gestione contabile e fiscale e responsabili, per gli investigatori, della creazione del fraudolento gruppo societario estero.

Secondo la Procura e il comando provinciale delle Fiamme gialle, infatti, la donna risultata la reale proprietaria di una ventina di società con sede a Lussemburgo che risultavano invece appartenere a persone di fiducia – le cosiddette teste di legno – che controllavano abusivamente le società, di volta in volta, dal Principato di Monaco, Svizzera, Nuova Zelanda, Jersey e Bahamas.

Angiola Armellini aveva spostato, solo formalmente, la sua residenza nel Principato di Monaco dal 1999 al 2010. Ma in realtà abitava tranquillamente a Roma, senza dichiararlo, dapprima, nell’ampia villa di famiglia all’Eur e, successivamente, in un lussuoso appartamento su due piani intestato a società lussemburghesi, un attico e superattico nel centro di Roma che non era classificato come civile abitazione (…)

La Finanza sta ora quantificando l’ammontare esatto del mancato versamento di Ici e Imu degli immobili non dichiarati, un «tesoro» da diversi milioni di euro destinato alle casse del Comune di Roma (…)