Berlusconi, matrimonio in vista con la Pascale? E le amazzoni di Forza Italia litigano

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 gennaio 2014 9:51 | Ultimo aggiornamento: 29 gennaio 2014 9:51
Berlusconi, matrimonio in vista con la Pascale?

Berlusconi, matrimonio in vista con la Pascale?

ROMA, 29 GEN – Entro primavera Berlusconi otterrà il divorzio da Veronica Lario. E sarà di nuovo libero, di sposarsi. Matrimonio in vista con Francesca Pascale? Racconta una fonte vicinissima a B. e riportata dal Fatto Quotidiano: “Lei vuole sposarsi, non l’ha mai nascosto, e lui gliel’ha promesso, appena sarà possibile. A questo punto può essere anche entro l’anno”.

L’articolo del Fatto Quotidiano:

Quello che è certo è che sono fin troppo reali le interferenze della Papessa nella rinascita di Forza Italia. Prima il caso Cosentino e della scissione di Forza Campania. Poi quello De Girolamo. Tutte questioni campane. Ecco la Pascale dell’altro giorno: “Il ritorno della De Girolamo è impossibile. Gli alfaniani sono peggio di Fini, lei ha tradito il suo padre politico”. Lei, la ministra dimissionaria, ha reagito con eguale durezza: “Da donna che ama posso capire le scelte e le reazioni di una compagna, anche quando non nascono da fatti reali. Infatti, non ho sentito Berlusconi né prima né dopo le mie dimissioni. Da politico però ammetto di provare tristezza verso coloro che si affrettano a commentare il nulla per guadagnarsi un posto in Paradiso”. E pensare che fino all’autunno scorso le due erano vicinissime. Il cosiddetto cerchio magico della Pascale, dove volavano le colombe non i falchi. Memorabile lo scontro a Palazzo Grazioli tra la Papessa e Denis Verdini. Reduce da una serata in pizzeria, “Francesca” rientrò a casa con Jole Santelli, la De Girolamo e Barbara Saltamartini, anche quest’ultima diventata poi alfaniana. Verdini le bloccò: “Francesca, queste proprio qui le devi portare?”. Rispostaccia: “Io a casa mia faccio venire chi voglio”. Altri tempi.

CON LA LINEA DURA pascaliana si sono schierate amazzoni di vecchio e nuovo conio. Da segnalare la lady sannita Sandra Lonardo in Mastella, fiera nemica della compaesana “Nunzia”: “Non credo proprio che si possa imputare alla Pascale un’invasione di campo. Tutt’altro! Credo che si debba tenere conto della sua sofferenza, del dolore che ha provato di fronte a comportamenti e scelte discutibili se non inattese”. Michaela Biancofiore aggiunge che “il pensiero della Pascale è quello del popolo azzurro”. No pasaran. Né Nunzia né gli altri alfaniani pentiti. A meno che “non ricomincino daccapo, come nel gioco dell’oca, che io metterei nello statuto di Fi”. A parlare è Alessandra Mussolini: “Sottoscrivo quello che ha detto la Pascale. La De Girolamo però la riprenderei per certificare il fallimento degli alfaniani e con la clausola di ritornare al punto di partenza. Il problema è lo sbarramento nella nuova legge elettorale. Agli alfaniani il 5 per cento dà alla testa, perciò vogliono tornare indietro”. Tace infine Mara Carfagna, accreditata di uno scontro fisico con la De Girolamo mesi fa, smentito da entrambe. Liquida l’affaire così: “Non sono interessata”. La Papessa, prossima all’altare, ha vinto ancora una volta. fd’e