Bruno Misan dovrà pagare 15mila euro: uccise gatto della vicina a bastonate

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 febbraio 2015 13:00 | Ultimo aggiornamento: 13 febbraio 2015 13:00
Bruno Misan dovrà pagare 15mila euro: uccise gatto della vicina

Bruno Misan dovrà pagare 15mila euro: uccise gatto della vicina

PORDENONE – Ha ucciso a bastonate il gatto della vicina di casa, senza un motivo. E per questo dovrà pagare 15mila euro di multa. E’ la storia che arriva da Villa d’Arco di Cordenons, provincia di Pordenone. Scrive il Gazzettino:

«Ero rientrata in casa – racconta la proprietaria del gatto che non riesce a togliersi dalla mente quelle immagini – quando ho sentito dei miagolii sempre più forti. Sono uscita e ho visto il mio vicino di casa che, mentre teneva Devil fermo con un piede, lo colpiva con un bastone. Cosa fa? gli ho gridato. Così lo ammazza, me lo dia. E me lo ha consegnato. L’ho raccolto, era pieno di sangue, praticamente morto». La donna è corsa dal veterinario, ma per il gatto non c’era più nulla da fare. La mattina dell’11 febbraio 2015, davanti al giudice monocratico Eugenio Pergola, la vicenda si è conclusa con un decreto penale di condanna per Bruno Misan, 46 anni, vicino di casa della Boschian. L’uomo dovrà pagare una sanzione di 15mila euro, oltre alle spese processuali, per aver ucciso con crudeltà e senza necessità alcuna, il gatto. Noris Boschian proseguirà la causa con la richiesta in sede civile dei danni per la morte di Devil e per la sofferenza causatale dal decesso del suo gatto. Fondamentale per la ricostruzione del fatto il sistema di allarme con telecamere installato nell’abitazione della Boschian.