Buccarella (M5s): “Caritas, l’accoglienza è un business”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 agosto 2015 11:56 | Ultimo aggiornamento: 11 agosto 2015 13:34
Una mensa della Caritas (foto Ansa)

Una mensa della Caritas (foto Ansa)

ROMA – “Mafia capitale ci ha insegnato qualcosa no? – dice, intervistato dal Messaggero, Maurizio Buccarella, senatore del Movimento 5 Stelle – Ci ha fatto capire dove si nascondo gli intrallazzi. E secondo me andrebbe fatto un focus anche sulle varie associazioni che orbitano intorno a questo mondo e sulla Caritas“.

Dietro un buonismo di facciata si potrebbero nascondere interessi vari. «Dall’umanità non si prescinde. Sappiamo che ci sono tanti italiani che soffrono ma la rappresentazione salviniana dell’immigrazione proprio non ci appartiene. Sono risoluzioni che hanno solo finalità elettorali. Il Movimento 5 stelle ha approccio molto pragmatico. E io stesso sono stato tra i primi a segnalare questa follia del Regolamento di Dublino che detta agli stati membri le norme per i richiedenti asilo. Mettere sullo stesso piano i dati dei richiedenti asilo con le vittime dei naufragi è fuori luogo, è un assurdità. Noi abbiamo messo in Rete le nostre proposte, tra le quali la richiesta di velocizzare i tempi per il rilascio dei permessi e abbattere la macchina burocratica. È un lavoro che abbiamo fatto insieme al collega Manlio Di Stefano». Però il blog di Grillo ha pubblicato un post molto duro. Con posizioni non molto distanti da quelle di Salvini. «Quel post esprime solo le convinzioni personali del consigliere comunale torinese Vittorio Bertola. Che è libero chiaramente di scrivere e dire quello che vuole, Sono posizioni che personalmente non condivido. La nostra idea sull’immigrazione è quella che abbiamo elaborato con il gruppo ed è molto più articolata. Quel post era solo un contributo che il consigliere voleva dare. E da quel che mi risulta è stato pubblicato a sua insaputa».